Meno zero tra Gran Bretagna e USA

 -  -  131


 

Trump gela i rapporti con la Gran Bretagna dopo aver condiviso su Twitter un video di “Britain First”, partito di estrema destra inglese, che incitava all’odio verso la comunita’ musulmana.

Sono in molti e sono importanti coloro che non vogliono che il presidente degli Stati Uniti visiti piu’ la Gran Bretagna. Oltre alla petizione firmata da piu’ di 1,8 milioni di persone per chiedere la cancellazione della visita ufficiale del leader americano in UK, molti parlamentari e personaggi rilevanti si sono espressi riguardo la questione.

Il deputato del Tottenham, David Lammy, ha twittato: “Il Presidente degli Stati Uniti sta promuovendo un gruppo di odio estremista, razzista, fascista e i cui leader sono stati arrestati e condannati.”.

Chuka Umunna, parlamentare laburista, ha dichiarato a Sky News: “Non penso che il Presidente degli Stati Uniti, un presidente che non ha promosso solo bigottismo, misoginia e razzismo nel suo paese, sia il benvenuto qui.”.

La presidentessa della commissione per gli affari interni Yvette Cooper ha affermato: “Non avrei immaginato che Trump potesse fare qualcosa per scioccarmi. Ma la promozione di opinioni di donne condannate per reati di odio da parte di gruppi di estrema destra e’ terrificante.”.

Il leader laburista Jeremy Corbyn ha dichiarato: “Spero che il nostro governo condanni i retweet (ndr quando su Twitter decidi di condividere qualcosa pubblicato da altri) di estrema destra di Donald Trump. Sono aberranti, pericolosi e una minaccia per la nostra societa’ “.

Prevedibilmente, anche il vedovo del deputato Jo Cox, il cui assassino estremista di destra Thomas Mair ha gridato “Britain First” mentre sparava a giugno 2016, ha condannato il presidente degli USA dicendo: “Trump ha legittimato l’estrema destra nel suo paese, ora sta cercando di farlo nel nostro, l’odio diffuso ha delle conseguenze e il presidente dovrebbe vergognarsi di se stesso”.

Un’opinione importante, quella di Theresa May, che lo scorso gennaio era stata ospite di Trump a Washington: “Ha sbagliato.”.  Il botta e risposta tra i due e’ stato altrettanto pungente. Trump infatti ha detto: “Theresa non occuparti di me, ma occupati del terrorismo radicale islamico distruttivo che opera nel Regno Unito”. Ma la May e’ rimasta sul pezzo e il suo portavoce ha espresso apertamente che “La stragrande maggioranza dei musulmani in questo Paese sono persone rispettose della legge che provano orrore per l’estremismo in tutte le sue forme”, mantenendo la sua posizione contraria al comportamento dell’inquilino della Casa Bianca.

Lo stesso sindaco di Londra, Sadiq Khan, ha detto in una dichiarazione, che i tweet di Trump hanno  tradito la “relazione speciale” tra i due paesi.
“Il presidente Trump ieri ha usato Twitter per promuovere un vile gruppo estremista che esiste esclusivamente per seminare divisione e odio nel nostro paese.” ha detto Khan.
Il sindaco ha quindi chiesto di annullare qualsiasi piano per ricevere Trump in visita ufficiale.
“Dopo questo ultimo episodio, e’ sempre piu’ chiaro che qualsiasi visita ufficiale del Presidente Trump in Gran Bretagna non sarebbe stata accolta favorevolmente”, ha affermato.
Khan ha, infine, aggiunto che il governo britannico dovrebbe chiedere a Trump di cancellare i tweet e scusarsi con il popolo britannico.

La visita di Donald Trump alla Regina sembra ormai sfumata, per molti felicemente, ma i cari inglesi saranno forse costretti, prima o poi, a perdonare il presidente americano?

13 voto/i
comments icon 1 commento
1 notes
214 visite
bookmark icon

Write a comment...

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.