Le buone notizie del 2017

 -  -  20


Dopo le ondate di cattive notizie dell’anno ormai passato ecco qui un sunto di quelle che invece rappresentano la parte positiva, la speranza, rese virali su Twitter da un ventenne: Jacob Atkins.

Prima di tutto nel 2017 le popolazioni di api, insetti importantissimi per il nostro pianeta, sono aumentate del 27% e gli scienziati hanno trovato un insetticida a loro non nocivo.

Il leopardo delle nevi non e’ piu’ parte delle specie in via di estinzione, ce lo dice la BBC. Piu’ correttamente non e’ piu’ in grave pericolo ma e’ “vulnerabile”. Tuttavia rimane un grande traguardo. Queste eleganti creature popolano le montagne dell’Asia centrale ed erano state etichettate come “in minaccia di estinzione” nel 1972 dalla INCU (Unione Internazionale per la Conservazione della Natura). Essere classificati come “vulnerabili” significa che una specie ha meno di 10.000 animali riproduttori rimasti, con una diminuzione della popolazione di almeno il 10% in tre generazioni. I loro peggior nemici sono ancora, tuttavia, il bracconaggio per la loro pelliccia, gli sviluppi delle infrastrutture e il cambiamento climatico.

Il progetto di creazione artificiale della barriera corallina ha avuto per la prima volta successo nelle Filippine. Gli scienziati e in particolare il ricercatore capo del progetto e professore della Southern Cross University, Peter Harrison, che ha scoperto la deposizione di coralli di massa negli anni ’80, afferma che “I risultati sono molto promettenti”. Continua così la raccolta di uova di corallo e sperma dalla barriera corallina di Heron Island e ci si aspettano traguardi ancora piu’ sorprendenti nei prossimi anni.

L’HIV/AIDS non e’ piu’ la prima causa di morte in Africa. Infatti i dati piu’ recenti dell’Organizzazione mondiale della sanità sui decessi a livello mondiale hanno buone notizie per il continente africano: meno persone che muoiono di HIV / AIDS e malaria. Le nuove statistiche sulla morte, studiate dall’organizzazione africana Africa Check, hanno indicato che le malattie legate allo stile di vita sono diventate le principali cause di morte nel continente.

Sì al nuovo progetto di riforestazione tropicale in Brasile, con la promessa di piantare 73 milioni di alberi. La piu’ grande opera di riforestazione della storia.

Una startup argentina produce scarpe da solo materiale riciclato e impiega le madri single. L’idea nasce dal problema del riciclo delle piu’ di 100.000 tonnellate di pneumatici in gomma che vengono bruciate in Argentina, contribuendo all’inquinamento atmosferico. Cosi’ tre amici hanno realizzato di voler avviare un’attivita’ che affrontasse il problema e fosse utile alla popolazione. E’ nata cosi’ Xinca, l’attivita’ che ora dona dignita’ alle donne e aiuta il pianeta.

Nel 2016, Amazon ha acquistato un vecchio motel nel centro di Seattle, a Washington, e lo ha trasformato in un rifugio temporaneo per i senzatetto. Per ora il primo edificio e’ pronto ad ospitare 200 persone. Il progetto e’, secondo il New York Times, una delle maggiori iniziative filantropiche di Amazon fino ad oggi.

Niente male, vero? Si puo’ sempre migliorare direte giustamente. Noi speriamo in un 2018 pieno di buone sorprese e nuove scoperte. Non ci resta che aspettare e impegnarci singolarmente ogni giorno, perche’ non sono solo le grandi imprese a cambiare il mondo, ma anche noi, nel nostro piccolo, possiamo fare la differenza.

20 voto/i
comments icon 0 commenti
0 notes
182 visite
bookmark icon

Write a comment...

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *