Pianisti

 -  -  7


Al concerto

 c’erano gli alberi

 svestiti

 a suonare le stelle

 della notte piu’ profonda,

da un ramo all’altro

 intrecciavano note

per coprire il cielo ,

silenzioso spettatore

 dalla volta scura

e insidiata

della mezzanotte.


E c’era tra le fronde

nascosto

un palazzo abbandonato,

ed io cieco assorto 

nel canto ,

mi lasciavo libero

 di tremare.

7 voto/i
comments icon 0 commenti
0 notes
124 visite
bookmark icon

Write a comment...

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.