Un po’ per caso, un po’ controvoglia – XIII

 -  -  1


Un po’ per caso, un po’ con­tro­vo­glia. – XIII
Una rac­col­ta di ti­tu­ban­ti poe­sie, una man­cia­ta di pa­ro­le e pun­teg­gia­tu­ra sul­l’a­mo­re e al­tri in­con­ve­nien­ti.

Sono come pietra
immobile,
dei miei sentimenti il centro.
Discendo dagli antichi monoliti
da secoli fermi sulla Terra,
ma tu tremi ad ogni timida avvisaglia
di tempesta.
Per averli fulgidi, i miei sentimenti
li lucido con diligenza
come pezzi d’argenteria,
mentre tu oscilli e ti pieghi
alle frenetiche correnti.

L’unica tempesta che conosco
e’ la tua incostanza.
Non posso inchiodarti
– Vorrei –
a questo mio centro.

Link alla pa­gi­na del­l'au­to­re: https://​www.lu­mie­re.click/​au­thor/​ca­te­ri­na-tar­qui­ni/
Link pa­gi­na in­sta­gram di Lu­mie­re: https://​​​www.in­sta­gram.com/​​​lu­mie­re_­click/
comments icon 0 commenti
0 notes
54 visite
bookmark icon

Write a comment...

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *